Migliori Titoli Azionari delle Aziende Italiane

Migliori Titoli Azionari delle Aziende Italiane

Partire con il piede giusto

Un titolo provocatorio e sibillino che principalmente vuole essere un invito alla prudenza e alla moderazione. Il mercato azionario offre spunti interessanti per incrementare il valore del proprio portafoglio, ma le scelte non devono in alcun modo coincidere con delle vere e proprie scommesse, bensì è preferibile siano il frutto di oculatezza e studio, analisi e ponderazione.

Partire con il piede giusto significa anche avvicinarsi con cautela a questi mercati e studiare un metodo di lavoro che sia valido, facilmente replicabile e soprattutto che, statistiche alla mano, dia alla lunga buoni risultati.

Le emozioni sono nemiche in questo settore, ecco perché l’applicazione di un metodo, in maniera costante e pedissequa, aiuta a non lasciarsi guidare dall’istinto e dalla paura.

Non seguire i consigli, ma usare la propria testa

Se si prendono dei vecchi quotidiani di economia o i pareri e i consigli su qualche sito di trading online dispensati dai cosiddetti esperti, ci si accorge, con il senno di poi, che alcune volte sono andati a segno e altre hanno mancato completamente la previsione. Ciò significa che nessuno è in possesso della sfera di cristallo e pendere dalle labbra di tali analisti non è sinonimo di operazioni azzeccate.

Avvicinandosi ai mercati azionari è opportuno capire che tipo di investitore si è, se si è più proiettati verso soluzioni a breve termine o al contrario di lunga durata. Questa scelta avrà ripercussioni sia sul metodo da applicare che sulle analisi da effettuare sulla società quotata. Il cosiddetto cassettista, ossia l’investitore che acquistava azioni di un titolo e le teneva per anni in portafoglio beneficiando al tempo stesso dei dividendi e della crescita della quotazione in borsa, è stato sostituito da un trading, perlopiù online, rapido e veloce, fatto di guadagni più contenuti ma ripetuti nel tempo.

È chiaro che questo approccio dipende anche dal tempo che si ha a disposizione.

Analisi fondamentale o tecnica

Analisi fondamentale o tecnica

L’analisi fondamentale è quella che prende in considerazione i fondamentali di un società, ossia il bilancio e le sue prospettive di crescita, il fatturato e la propensione a investire gli utili nell’azienda stessa. L’analisi tecnica invece fonda i suoi principi su grafici e indicatori, su resistenze e supporti, su linee e punti di breakout.

In entrambi i casi è sempre preferibile scegliere società solide anche quando l’orizzonte temporale è di brevissimo periodo. Le spiacevoli sorprese sono sempre dietro l’angolo e con facilità ci si può ritrovare con una variazione negativa a doppia cifra, soprattutto quando si ha a che fare con società volatili e poco capitalizzate.

In Italia non mancano gli esempi, dal settore bancario, all’energetico a quello delle telecomunicazioni. Enel ed Eni, i due maggiori titoli per quanto riguarda il settore energetico, sono in crescita dall’inizio del 2019 con utili che si attestano, per l’anno 2018, intorno ai 4 miliardi di euro. Gli analisti sono positivi su entrambi i titoli per il lungo periodo.

La quotazione di Fca, Fiat Chrysler Automobiles, è invece ai minimi prendendo in considerazione gli ultimi 12 mesi. Il titolo ha bucato il precedente minimo di inizio 2019, il che non è un buon segno, meglio aspettare un’evidente inversione di tendenza prima di scommettere sulla casa automobilistica italiana.

Anche Unicredit, uno dei più grandi e importanti gruppi bancari non solo italiani ma anche europei, dopo un anno di inesorabile calo e dopo due minimi ravvicinati tra fine 2018 e inizio 2019, ha rialzato la testa fino a toccare i 13 euro, ma ora è al terzo minimo, se dovesse tenere senza scendere oltre, potrebbe essere pronta per ripartire.

One Reply on “Migliori Titoli Azionari delle Aziende Italiane”

Leave a Reply

Your email address will not be published.